Tazarine · tinta naturale

[Recensione] Henné Sahara Tazarine scatola gialla

WP_20160730_12_14_52_Pro

Ciauu!! Dopo più di un mese passato senza hennare, ho trovato finalmente in momento per farlo …in vacanzaa!!

Questo mese provo l’ henné tono caldo per eccellenza e talmente famoso da avere delle imitazioni: il Tazarine!

Il Tazarine può essere reperito online o nei negozi etnici ed ha un prezzo che oscilla tra i 2 e i 4€; è possibile trovare la scatola verde che è adatta tingere i capelli o quella gialla per i tatuaggi  che è  più fine e perfetta per tutto il corpo.

La polvere è inserita in una bustina di plastica chiusa con un punto di spillatrice, da un cartoncino…la confezione di certo non salvaguarda la polvere…ma nonostante ciò si presenta di un colore verde salvia intenso ed è molto profumata.WP_20160730_12_15_16_Pro.jpg

WP_20160722_16_05_55_Pro.jpg

Per ottenere un colore vibrante aggiungo esclusivamente acqua molto calda di rubinetto. E’ noto che è il ph del composto a incidere sul tono caldo o freddo che si vuole ottenere..quindi se si aggiunge del succo di limone (acido) il colore tenderà più al rame ma nello stesso tempo ci sono dei video su youtube che dimostrano che il colore scurisce un po’ mentre se ad esempio si aggiunge il bicarbonato che è basico (1 cucchiaino x 100g), il colore virerà al ciliegia (questo hennè non è certo predisposto per questo tono).

Utilizzo una ciotola e una forchetta di plastica per il composto per non alterare la polvere. Copro con una pellicola e lascio ad ossidare per circa 16 ore a una temperatura di circa 26 gradi..mi aiuto con la seguente tabelle anche se si riferisce all’ hennè unito al succo di limone.

C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_imagesV72QEBGU.jpg

Nel calcolare i tempi di ossidazione considero anche quelli di posa e di congelamento. Infatti faccio congelare l’henné per circa 2 ore e lo scongelo a temperatura ambiente. Ho ripetuto l’ operazione 2 volte semplicemente perché non potevo fare l’henné al momento.

Passiamo al momento clue…l’applicazione!

Innanzitutto è importante che i capelli siano super puliti poiché le sostanze oleose impediscono alle molecole di lawsone contenute nell’henné di penetrare bene nel capello. Io ho lavato i capelli e ancora umidi ho applicato il pappone indossando dei guanti (questo henné macchia tantiiissimo …ha un super potere tintorio) e una mantellina per la pioggia per non sporcare i vestiti.

Sui capelli umidi l’ applicazione risulta più semplice.

Parto dalla fronte e coloro prima le radici e poi le lunghezze. Faccio dei torchon per far penetrare bene il pappone e procedo per tutta la testa dividendola in sezioni orizzontali. Dopodiché arrotolo tutti i capelli in un torchon e lo fisso sulla testa.  Avvolgo tutto con la pellicola e lo tengo al caldo con un cappellino di lana. E’ importante tenere il pappone al caldo perché se secca è più difficile da lavare….

Tengo su per 5 ore e poi sciacquo per bene con semplice acqua finché tutto il colore ha scaricato e l’ acqua è limpida e poi applico il balsamo per districare.

Nei 3 giorni successivi è importante non usare lo shampoo in quanto il colore ci mette un po’a stabilizzarsi…e il gioco è fattoo!!  Per quanto riguarda il colore, ho ottenuto un tono ramato. Devo dire che la radice non è stata colorata anche perché di base ho un castano scuro mentre le lunghezze le avevo tinte chimicamente all’ inizio quindi lì il colore prende di più. Ecco le foto del risultato…potete notare i bei riflessi rame **

WP_20160730_12_21_28_Pro

A presto con un’altra marca di henné

*D-R-O-G-A*

Ilos ;*

Annunci

12 thoughts on “[Recensione] Henné Sahara Tazarine scatola gialla

  1. Ciao,anche io col Tazarine ho avuto il tuo stesso problema,radice rimasta scura e lunghezze(che avevo prima schiarito chimicamente) tinte di un rosso rame intenso…tu come hai fatto ad uniformare un poco il colore? Così sembro orribile,un aspetto trascurato,sembra che non mi curo e tingo da mesi:-( Una seconda passata potrebbe uniformare maggiormente?Grazie,spero tu possa rispondermi.

    Mi piace

    1. Ciao 👋 purtroppo non ho trovato una soluzione al problema..Per adesso ho cambiato henné e optato per un tono freddo per avere un effetto shatush più gradevole. Penso che tingendo chimicamente solo le radici ed hennandoci sopra si possa migliorare la situazione, ma non ho mai provato. Se hai una ricrescita molto scura come la mia (castano scuro) escludo che una seconda hennata possa migliorare la situazione: Farebbe aumentare solo i riflessi in quanto l’henné ovviamente non schiarisce i capelli.

      Mi piace

  2. Grazie,sei stata gentilissima a rispondermi…a tuo avviso quale hennè dà un risultato maggiormente uniformante tra radici e lunghezze?Tu anche facendo più di un’applicazione di hennè hai attenuato un poco lo stacco tra radice e lunghezze?

    Mi piace

    1. Figurati ^^ Ti consiglio gli henné che hanno il più elevato potere tintorio: Jamila, Rachmi, Neha, hanna lala menana. Io purtroppo non li ho mai provati in quanto non sono facilmente reperibili dalle mie parti, ma pare siano gli henné migliori! Gli henné che ho provato in questo periodo sono stati zarqa. le erbe di janas tono freddo, caldo, ayurvedico, rinforzato mogano erbamea e tazarine; quelli che mi hanno soddisfatto di più sono l’ayurvedico e il tono freddo di janas per cui se non riesci a reperire quelli che ti ho suggerito, punta su questi e ripeti le applicazioni con frequenza, insistendo sulla ricrescita. Posso dire che a distanza di 9 hennate con tono freddo ed henné puro (il colore scurisce e stratifica nel tempo) in ambiente chiuso si nota poco lo stacco tra radice e lunghezze. Se ti va, ti invito a vedere il mio ultimo articolo sull’henné tono freddo de le erbe di janas per farti tu stessa un’idea.

      Mi piace

      1. Guarda il mio problema è che detesto fortemente il tono freddo del rosso,quindi toni mogano e ciliegia non mi piacciono assolutamente. Vorrei chiederti se quelli che mi hai citato sono Hennè freddi o caldi. In effetti spererei di trovare un altro hennè caldo che però abbia un forte potere tintorio.Io comunque avevo capito che il Tazarine era quello che tingeva di più ma onestamente dal risultato che ho ottenuto sulla radice ho qualche dubbio:-/

        Ps: il fatto che dopo il mio primo hennè i capelli siano secchi e stopposi è normale?Sono passata all’hennè per curare un pò i miei capelli rovinati e non vorrei che peggiorassero ulteriormente invece.

        Mi piace

  3. Ah…beh quelli che ti ho citato sono tutti freddi, mi dispiace. Purtroppo non conosco altri marchi che tingano di rame. Sisi é normalissimo. Per i prossimi henné puoi usare del miele e del gel all’amido di mais per avere dei capelli più idratati. Basta cercare “gam ricetta” su Google .

    Mi piace

    1. Ti ringrazio tanto per le dritte.Nel primo hennè in effetti avevo già messo amido di mais con acqua,tipo gel insomma ,ma poi non mi è bastato e ho dovuto rifare un altro impasto di hennè a cui ho messo solo acqua.Ma l’effetto paglia dopo quante hennate si toglie?Cioè dopo quanto i mie capelli finalmente cominceranno a curarsi con l’hennè e a cambiare diventato lucidi,robusti e sani?Adesso sembro uno spaventapasseri e i miei capelli sono un disastro…il passaggio all’ecobio è stato traumatico perchè i miei capelli privati dei siliconi,sono venuti fuori per la mostruosità che erano: rovinati,distrutti e bruciati:-(((spero tanto di rimetterli in sesto.

      Io non metto limone nell’impasto,per evitare che il colore viri troppo sul mattone,però ho fatto ultimo risciacquo con acqua e limone…è giusto o posso anche non farlo il risciacquo finale acido?

      Mi piace

      1. Per la secchezza ti direi di non affidarti solo all’ henné ma di fare impacchi idratanti di gam, methi o glicerina. Per la lucentezza il risciacquo acido va benissimo e andrebbe fatto ogni volta che lavi i capelli. Per avere una chioma più sana puoi optare per un mix di erbe lavanti e condizionanti che possono evitarti l’effetto di capelli in “disordine”. Personalmente l’henné mi ha dato ottimi risultati sin dalla prima hennata: Capelli visibilmente più spessi, più voluminosi e facili da districare. Ma ripeto, non puoi affidarti solo a lui. Anche perché io riscontro sempre secchezza e capelli elettici dopo ogni hennata “pura” (cioè senza altre erbe) e rimedio solo con il balsamo al cocco (splend’or o glenova= inci accettabile). Io però sono riccia e ho i capelli così quasi sempre. Tranquilla, riuscirai a sistemare la tua chioma! Basta eliminare le lunghezze tinte e curare i capelli con altre erbette per farli tornare a splendere 😊 (io ho avuto uno shatush biondo slavato quindi penso di poterti capire)

        Mi piace

      2. Mi sa che l’idea di usare il balsamo è ottima,devo cominciare a riadoperarlo anche io perchè mi rendo conto che i miei capelli sono troppo troppo secchi e rovinati per adoperare solo metodi naturali come amido e gel. Oggi per esempio ho fatto impacco di cassia obovata mescolata con gel di mais e poi dopo ho applicato gel di semi di fieno greco con gel ai semi di lino e ho risciacquato…ma nonostante tutto i capelli purtroppo sono difficilissimi da pettinare ugualmente e a fine asciugatura sono comunque secchi:-( Le erbette poi me li seccano paurosamente…che tu sappia quale è l’erbetta ammorbidente per eccellenza?mi sa che devo applicare il balsamo e vedere se la situazione migliora,intanto continuerò comunque gli impacchi di amido di mais e semi di lino e fieno greco.Per la glicerina tu ne aggiungi qualche goccia al GAM e ai gel?

        Mi piace

      3. Ciao! Scusami se ti rispondo solo adesso… personalmente non uso la glicerina nei gel ma ho letto di ragazze che lo fanno negli impacchi. Per quanto riguarda le erbette ammorbidenti ( se intendi condizionanti) il kapoor kachli è quello più performante. Altrimenti gli impacchi di olio sono il rimedio per capelli più morbidi e lucidi.

        Mi piace

      4. Ti ringrazio per la pazienza e la gentilezza,proverò a limitare gli impacchi di erbette alla sola radice e a mettere il kapoor kachli sulle lunghezze,vediamo che ne esce .Infine utilizzerò il balsamo se necessario.Il risciacquo acido ho notato che me li rende ancora più duretti:-/ ma se uso le erbette noto che i capelli restano molto opachi se non lo faccio.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...