alkemilla · blush

[Review] Alkemilla- Velvet Blush 01

Ciau a tutti e benvenuti sul mio blog!

La recensione di oggi sarà sul Velvet Blush di  Alkemilla nella colorazione 01.

Possiedo questo blush da diverso tempo e direi che è giunta l’ora di parlarvene.

Se mi seguite su Instagram (@ilosinwanderlust.bio) sapete che più o meno ogni giorno pubblico il Bio Make Up del Giorno e questo blush non è sempre presente nella lista dei prodotti che utilizzo. Vorrei rassicurarvi: non mi piace molto la tonalità su di me, tutto qui XD .



Velvet Blush 01- Alkemilla Eco Bio Cosmetic

copertina

-Contenuto:  10 g- Con pratica confezione con specchietto

-Prezzo: 11,5€

-PAO: 12 mesi

-INCI: 

Mica, Zea Mays Starch (Zea Mays (Corn) Starch)*, Silica, Squalane, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Tocopherol, Parfum (Fragrance), Butyrospermum Parkii Butter (Butyrospermum Parkii (Shea) Butter)*, Prunus Armeniaca Kernel Oil (Prunus Armeniaca (Apricot) Kernel Oil)*, Persea Gratissima Oil (Persea Gratissima (Avocado) Oil)*, Pongamia Glabra Seed Oil, Macadamia Ternifolia Seed Oil*

*da agricoltura biologica

Può Contenere +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI77499 (IRON OXIDES), CI 77007 (ULTRAMARINES), CI 77742 (MANGANESE VIOLET)

-Cosa promette?

Velvet Blush 01 è un rosa intenso adatto alle carnagioni rosate. La sua texture effetto velluto, soffice ed alta scrivenza ravviva l’incarnato rendendo la pelle luminosa ed il tuo makeup raffinato. Arricchito con preziosi oli biologici come KARANJA, ALBICOCCA, SQUALANO,MACADAMIA in combinazione con il Burro di Karitè ed il Tocoferolo garantisce un ottimale effetto antiradicali liberi ed antiossidante senza seccare la pelle. L’effetto Velvet, Mattificante e Fissativo risulta immediato, garantendo così la perfetta omogeneità e durata del Makeup.- Alkemilla Eco Bio Cosmetic

-Certificazioni: Certificato QC Certificazioni – Aiab – Qualità Vegana – Lav – Nichel Tested

Descrizione colore (sito Alkemilla): Velvet Blush 01 è un rosa intenso adatto alle carnagioni rosate.

-Reperibilità: e-commerce di cosmetici naturali e bioprofumerie; estremamente facile da reperire

Disponibile in altre 2 tonalità (02 color biscotto opaco, 03 arancio satinato con riflessi dorati)



Come si presenta

Il Pack ****/*****

Il Velvet Blush Alkemilla si distingue dai 2 prodotti della linea Velvet per il pack esterno in cartoncino: lo scatolino dei blush è nero con una ondina in basso in color ottone, quello dei fondotinta è bianco e oro, mentre quelle delle ciprie è ottone e nero ( la versione speculare dei blush).

velvet blush 01 alkemilla .jpg

{Se vi interessa, sul blog trovate anche la recensione del Velvet Foundation di Alkemilla n°02 cliccando qui.}

Sul retro dello scatolino troviamo PAO, certificazioni, INCI, grammatura  e la dicitura “Made in Italy” ❤ , mentre sul fronte il logo e il marchio di Alkemilla con la tonalità di blush acquistata riportata nell’ “ondina” color ottone scuro; sul laterali dello scatolo troviamo il logo di Alkemilla, mentre sul fondo l’indirizzo e il sito web dell’azienda; sulla apertura c’è scritto il nome di Alkemilla.  All’interno lo scatolo si presenta di colore nero.inci blush alkemilla 01.jpg

Una volta estratto il blush, ci ritroviamo con una solida confezione quadrata di colore nero lucido con riporti in color ottone satinato ( essenzialmente ritroviamo il logo). Sul retro della confezione c’è un adesivo in carta bianco con PAO, numerazione, grammatura, lotto e indirizzo dell’azienda.

velvet blush alkemilla 01 rosa.jpg

La chiusura della confezione è a scatto e onestamente all’inizio trovavo un po’ di difficoltà ad aprirla. Nonostante l’uso la chiusura non si è allentata (nemmeno nel fondotinta) ma purtroppo la parte superiore della confezione con l’ampio specchietto non si regge in piedi.

Profumazione *****/*****

Questo blush di Alkemilla ha un meraviglioso profumo di cocco “vanigliato”, che si avverte non appena si estrae la confezione dallo scatolino.

La profumazione si avverte anche dopo l’applicazione sugli zigomi ma non resta molto e in generale non è troppo invasiva. Poi, non so voi, ma a me piace l’aroma dei prodotti Alkemilla e mi fa piacere che lascino un po’ di scia sul viso, visto che utilizzo delle cremine non proprio gradevoli in quanto a profumazione. [La famosa crema al melograno della Cien Nature- recensione qui]

Colore ***/*****

Ehm  non sono bravissima nella descrizione dei colori, ma ci proverò!

swatch velvet blush 01 alkemilla.jpg

Il blush ha un colore rosa antico se visto in cialda, mentre applicato sulla pelle io ci vedo una base piuttosto calda, tra il color biscotto e il pesca.

alkemilla-eco-bio-cosmetic-velvet-blush-01-alkemilla (1)In generale, il colore della cialda presente sul sito Alkemilla non mi sembra per niente fedele alla realtà: lo trovo decisamente più scuro e cupo.

Pigmentazione ****/*****

swatch blush alkemilla 01

Il Velvet Blush 01 è modulabile (per fortuna!) e permette anche alle pasticcione come me di non esagerare col colore. La pigmentazione è media: alla prima passata non rischiate di ritrovarvi con una macchia rosa sulle gote, ma nemmeno di dover ripassare più volte per far notare che avete applicato il prodotto.

Texture, Finish & Sfumabilità *****/*****

Come suggerisce il nome, il Velvet Blush 01 ha un finish super opaco, ma vi ricordo che in gamma ritroviamo anche un blush satinato (lo 03).

Il blush è davvero setoso, sottilissimo ed impercettibile sulla pelle e non spolvera assolutamente, nemmeno con i peggiori penneli di Caracas che mi ritrovo ad usare XD. Questa sua caratteristica vi permette di fare più passate se desisderate intensificare il colore e di sfumarlo molto facilmente, come vi dicevo prima.

Durata ****/*****

Sicuramente la durata è l’aspetto che più intriga quando si parla di cosmetici Eco-Bio. Purtroppo devo ammettere che la sua durata non è estrema, ovvero non mi dura tutta la giornata, ma le sue 6 ore se le fa tutte e direi che è davvero notevole per un blush organico. Con il blush minerale Acrobat di Neve non mi sogno nemmeno di arrivare alle 4 ore, quindi sono più che soddisfatta dalle performance di quello di Alkemilla.

Il prodotto a fine giornata scompare completamente dal viso, una volta sovrapposto al fondotinta Velvet Foundation dello stesso brand. Non so se l’utilizzo di un primer viso ( che ammetto di non utilizzare) possa aumentarne la resa, come non so dirvi se il mio tipo di pelle “mangi” il prodotto: le mie guance hanno pori dilatati e in quelle zone la mia pelle è mista, ma non ho mai notato un’eccessiva produzione di sebo.



E voi avete mai provato il make up Alkemilla? Io ho provato quasi tutto ( mi manca la cipria XD) ombretti, blush, fondo, correttore, rossetti e i favolosi Addolcilabbra che non mancano mai nella mia quotidianità. Di alcuni prodotti vi lascio le recensioni  qui sotto, se vi possono interessare.

Mi sento di dire che  Alkemilla ha un ottimo rapporto qualità|prezzo: per me i loro cosmetici valgono ogni centesimo speso! La resa è quasi perfetta e paragonabile ai cosmetici tradizionali

Cosa ne pensate??

P.S. Gli asterischi che trovate vicino alle diverse voci rappresentano il mio voto, che va da 1 a 5 “stelline”; il voto è personale e si basa sui miei gusti e sull’utilizzo che faccio del prodotto.

Specificato questo, mi sento di dare a questo blush Alkemilla un bel nove!

Spero che questa recensione possa esservi utile ❤ Vi ringrazio per essere passati! Alla prossima!

firma



Let’s Be Friends 

Seguimi su

Instagram: @ilosinwanderlust.bio

Twitter: @ilosinwanderbio

Pagina FB: Ilosinwanderlust BioBlog

per non perderti aggiornamenti, promo e tanto make up bio!

Annunci
tag

Liebster Award- Alla scoperta di nuovi Blog!

Ciau a tutti e benvenuti sul mio blog !

Da pochissimo sono stata nominata da @Mina del Blog Mina Rose-Beauty, MakeUp and Bio Products  per il Liebster Award  Ci tengo a ringraziarla ancora una volta per questa nomination perché mi fa davvero piacere che i miei sforzi vengano riconosciuti da altre blogger, specialmente da una che seguo con tanto piacere e che il mio piccolo blog possa essere conosciuto anche da altri lettori 

Che cos’è il Liebster Award?

liebster-award

Si tratta di un “riconoscimento” che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero di follower inferiore ai 200: è un modo carino (=liebster, dal tedesco) per consigliare ai nostri iscritti i blog che riteniamo più validi, ma che hanno poco seguito perché emergenti o poco conosciuti.

Le Regole

Le regole sono poche e molto semplici:

  • Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog
  • Ringraziare il blog che ti ha nominato e seguirlo
  • Rispondere alle sue 11 domande
  • Nominare a tua volta altri blog che hanno meno di 200 followers
  • Formulare 11 domande per i blogger nominati
  • Informare i blogger della nomination

Le Domande

1. Cosa fai nella vita?

Sono una studentessa di Economia e Commercio, prossima alla laurea (si spera XD )

2. Come è nata la passione per il makeup?

E’ nata grazie ai video su YouTube di Clio e di altre ragazze! Ho sempre amato i colori e l’arte (anche se non sono chissà quanto brava…): dipingere e fare lavoretti sono le attività che più mi rilassano. Il make-up mi permette di impiastricciarmi tutti i giorni e di sperimentare nuovi accostamenti. In più, truccarmi mi fa sentire bene: non è un probelma per me uscire di casa struccata, ma quando indosso un bel rossettino e curo il make-up occhi mi sento curata … tipo la Amal Clooney dei poveri

Quanto è chic lei….

3. Cosa ne pensi delle beautyguru che girano su YouTube?

Quelle che apprezzo veramente si possono contare sulle dita di una mano: non amo le montate di testa, quelle che si sentono V.I.P. e nemmeno quelle che inseriscono markette in ogni video o foto sui social, senza alcun ritegno. Tra l’altro non tutte mostrano contenuti di qualità ne’ sono dotate della professionalità adeguata al tipo di prodotti che mostrano. Ho sentito spesso dire “ma gli YouTuber non devono essere un modello” beh quando hai molto seguito dovresti cominciare a tarare le tue parole e adeguare i tuoi contenuti…. Personalmente seguo gli YouTuber per essere aggiornata sulle nuovità, per avere qualche spunto, scoprire in anteprima le nuove collezioni make-up, avere un parere in più sui prodotti, ma non prendo per oro colato quello che dicono  anche perché non mi fido al 100% delle loro esperienze… non penso che siano tutti sinceri, anzi credo che spesso le loro parole  abbiano secondi fini…

Ma io sono super scettica e non mi fido nemmeno delle parole dei miei prof a lezione Ovviamente c’è “Tubero” e “Tubero”: pochi si mostrano sinceri davanti alla telecamera… In sostanza YouTube mi piace perché mi tiene compagnia e mi fa scoprire tante cose, ma i format che guardo sono davvero limitati e selezionati

4. Credi  in te stessa?

Credo in quello che faccio, fermamente ma ogni tanto mi scoraggio. Lavoro costantemente su me stessa ( o almeno ci provo XD) per cercare di convivere con le mie insicurezze, ma non è affatto facile…

Ogni tanto penso di non essere in grado di fare certe cose (semplici e stupide), altre volte invece mi sento di avere il mondo ai miei piedi… Insomma, la situazione è un po’ altalenante! Diciamo che sono più le persone che mi stanno intorno a scoraggiarmi e a farmi credere che non posso raggiungere i miei sogni… mi fanno sentire una illusa!

5. Tre desideri al genio della lampada?

Mah non penso di aver bisogno di chissà che… più che desideri al genio chiederei di darmi la forza e il coraggio per allontanare le persone negative dalla mia vita, di incitarmi a non smettere di credere nei miei sogni e di ricordarmi di affrontare sempre la vita con il sorriso. Con questo posso fare tutto quello che voglio e prendermi quello che desidero da me, senza dovermi affidare a nessuno…

Più che del genio ho bisogno di un cheerleader sulla spalla ahahha

6. Cosa odi?

Beh odio i “ladri”, quelli che si prendono tutto senza il minimo sforzo. Odio i traditori, gli ignoranti che pensano di scegliere per gli altri, gli inetti e quelli che non rispettano la diversità. Odio le amministrazioni comunali che non si prendono cura dei paesini e li lasciano alla deriva. Odio chi non da’ spiegazioni e pensa di essere perdonato chiedendo solo “scusa”, odio chi non sa usare le parole e non sa dargli il giusto peso.

7. Il tuo film preferito?

Adoroh “Salvate il soldato Ryan” e devo ringraziare il mio amoruccio per avermelo fatto vedere 

Eh sono  un’appassionata di film e letteratura di guerra. Capish?(cit.) 

8. Un obbiettivo?

Per adesso la laurea triennale… si vive giorno per giorno.

E mi piacerebbe andare a vivere con il mio fidanzato, ma prima laurea, lavoro, stabilità economica e poi se ne parla XD

9. Sei soddisfatta del tuo blog?

Sono abbastanza soddisfatta del mio blog perché ce la metto davvero tutta per renderlo carino e per realizzare delle recensioni accurate, ma mi rendo conto che le foto sono un gran limite al mio lavoro XD

10. Il ricordo più bello?

Mah non saprei… ho fatto tante cose “faighe” per me, quindi non so… Forse il ricordo più bello che ho è giocare da piccola con le mie cuginette con la nouvelle cuisine… quelli si che erano anni spensierati! Le Spice Girls andavano ancora di moda e noi “cucinavamo” foglie 

11. Come ti vedi tra 10 anni?

Spero di aver trovato un buon lavoro, quello per cui sto studiando tanto, una casettina piccina da condividere con il mio amore e spero di viaggiare tanto.

Le Mie Nomination

Nomino per questo Award:

Le Mie Domande

  1. Cosa ti ha spinto ad aprire il blog?
  2. Acqua e sapone o “struccata mai”?
  3. Serie tv preferita/e
  4. Il libro che ti ha cambiato la vita
  5. Il Prodotto beauty di cui non puoi fare a meno
  6. Una città Italiana in cui hai lasciato il ❤
  7. 3 cose da fare prima di morire (ahahha memento mori)
  8. Prevedi il colore pantone dell’anno prossimo (veggente mode on)
  9. Qual è il tuo cartone animato preferito?
  10. Un sogno nel cassetto
  11. Quanto conta l’aspetto esteriore?

Spero che queste domande vi possano divertire ^^



Grazie per essere passati ❤ A presto!

firma



Let’s Be Friends ❤

Se vi fa piacere seguitemi sui social per non perdervi nessun aggiornamento!

Instagram: @ilosinwanderlust.bio

Twitter: @ilosinwanderbio

Pagina FB: Ilosinwanderlust BioBlog

erbamea · tinta naturale

[Recensione] Erbamea- Henné Rinforzato Mogano Tonalità 3

Ciau a tutti e benvenuti sul mio blog!

Oggi vorrei parlarvi della mia esperienza con l’henné rinforzato della Erbamea, che ho acquistato nella tonalità 3Mogano“.

Questa è stata la mia prima esperienza con un henné con picramato  e, chiaramente, ho  voluto aspettare un po’ prima di lasciarvi le mie impressioni su questo prodotto.

Per chi non lo sapesse il picramato di sodio è un colorante sintetico di colore rosso ( tendente al rosso freddo) addizionato all’henné per rendere il colore più vibrante.  Studi tossicologici riportati sul Journal of the American College of Toxicology hanno dimostrato che in concentrazioni dello 0,1% il picramato di sodio non risulta tossico e che le tinture che contengono lo 0,1% di picramato di sodio non sono teratogene, ovvero non  provocano malformazioni al feto durante la gravidanzamentre, mentre con  concentrazioni dello 0,2% potrebbero aversi delle reazioni cutanee.


Chi è Erbamea?

Erbamea è un’azienda che nasce dall’esperienza de L’Erbolario e la passione e competenza del Dottor Fausto Mearelli, è così che si uniscono innovazione e tradizione.

Le basi della moderna fitoterapia hanno posto le radici nella tradizione di una saggezza millenaria unita alle moderne conoscenze scientifiche che hanno sviluppato avanzate tecnologie che rendono oggi possibile l’esistenza di una vasta gamma di integratori che esplicano tutte le proprietà e benefici che la natura ci può offrire.

L’azienda Erbamea è situata in Umbria, nell’incontaminata Alta Valtiberina e si estende dalla valle fino a 1000 metri di quota, la varietà geografica del territorio fa si che in questa zona sia possibile coltivare e raccogliere, ove crescono spontaneamente, numerose erbe officinali.

Erbamea ha l’ambizione con i suoi prodotti, le sue formulazioni e le sue erbe di ottenere, preservare e proteggere il benessere di tutti nella maniera più naturale possibile. L’avanguardia dell’azienda ha ottenuto anche il sostegno dei clienti più difficili che hanno sempre cercato un’autentica efficacia affiancata ad una reale naturalità.

La qualità dei prodotti Erbamea inizia con una scelta accurata delle migliori materie prime e prosegue con un attento controllo della produzione per garantire che i prodotti rispondano sempre ad elevati standard qualitativi.

Erbamea si impegna ad essere sempre al passo con le più moderne tecnologie e si affianca ai più accreditati laboratori di analisi, per questo motivo tutti i prodotti oltre che efficaci sono estremamente sicuri, controllati e garantiti.



 Come si presenta il prodotto

henné rinforzato mogano erbamea.jpg

-Contenuto: 100g | Potete acquistare questo henné in Erboristeria anche sfuso.

-Prezzo: 3,5€-5€

-PAO: 6 mesi + scadenza riportata sulla confezione ( io l’ho acquistato a febbraio del 2017 e la scadenza è giugno 2019)

-INCI: Lawsonia inermis leaf extract; Cassia italica leaf powder; Sodium picramate

-Reperibilità: molto diffuso tra le erboristerie; punti vendita “L’Erbolario”.

L’henné rinforzato della Erbamea è inserito in una busta  ermetica di carta molto resistente.

Le informazioni riportate sul retro della confezioni sono molto semplici da capire ma non viene riportata una cosa fondamentale, ovvero il divieto di utilizzo di questo prodotto in gravidanza!! Ecco il contenuto del retro del pacchetto di henné:

-Hennè Rosso Rinforzato Mogano colora il capello a pH neutro senza l’intervento di sostanze alcalinizzanti o di ossidanti. La particolare formulazione permette di ottenere facilmente la colorazione desiderata con la sola aggiunta di acqua calda, rispettando la fisiologica integrità del capello. Le polveri di foglie di Lawsonia inermis (Hennè rosso naturale) e Cassia Italica (Hennè neutro) permettono di ottenere un colore intenso lasciando il capello lucido e soffice; i riflessi naturali sono resi più decisi dalla presenza di una piccola percentuale di colorante semipermanente (sodio picramato), che permette di ottenere un riflesso rosso più scuro rispetto alla sola miscela di Hennè, tendente al mogano.

Modo d’uso: Aggiungere alla polvere acqua calda, quanto basta per ottenere una pastella non troppo liquida, per evitare che coli. Applicarla sui capelli asciutti con un pettine o con le mani, avendo cura di proteggersi con dei guanti. Lasciare in posa per 40-60 minuti, risciacquare bene il prodotto e poi lavare i capelli con lo shampoo. Utilizzare tutta la polvere contenuta nella bustina o parte di essa a seconda della lunghezza dei capelli.

-Avvertenze: Il colore finale che si ottiene con l’henné dipende dal colore naturale dei capelli, che rappresentano la base per la colorazione: si avrà un rosso acceso sul capello bianco e un riflesso mogano su un castano medio-scuro. Prima di applicare l’henné su capigliature già colorate in altro modo o trattate (permanenti, meches, decolorazioni), si consiglia di fare una prova su una ciocca di capelli. Per evitare un eventuale alone all’attaccatura dei capelli, proteggerla con un velo di crema idratante o olio di mandorle dolci prima dell’applicazione. Può dare una reazione allergica. Nei soggetti sensibili si consiglia una prova preliminare sull’avambraccio. Da non usare per tingere ciglia o sopracciglia. Se il prodotto viene a contatto con gli occhi risciacquarli subito. Tenere lontanto dalla portata dei bambini. Uso esterno. Conservare in un luogo fresco e asciutto e lontano da fonti di calore.

Appena ho aperto il pacchetto mi ha colpito sicuramente la colorazione della polvere: l’ho trovata di un verde leggermente più chiaro rispetto al solito ( Henné di Janas, il mio punto di riferimento 4 evah!), ma non ho mai utilizzato la Cassia per “tagliare” l’henné ne’ altri henné con picramato, quindi non saprei fare confronti in tal senso.

hennè erbamea mogano.jpg

Anche l’odore mi è sembrato meno intenso, ma al contatto della polvere con l’acqua calda si è sprigionato il classico e forte odore di erbetta secca.

In più, appena ho aggiunto l’acqua calda al mio henné, la colorazione è “per magia” virata a un rosso mattone!!

henne rinforzato erbamea tonalita 3.jpg

La polvere mi è sembrata piuttosto fine e il pappone era facile da “impastare” e stendere, nonostante avessi letto in giro che questo henné è parecchio sabbioso. Questa sua caratteristica l’ho ritrovata poi nel lavaggio!!



 Posa, risciacquo e macchie

Ho tenuto il pappone in posa per 1h come suggerito sulla confezione, al caldo con la testa avvolta nella pellicola.

Con l’henné con picramato non è assolutamente necessario ossidare in quanto il rilascio di colore è immediato e vi consiglio di prestare attenzione alle indicazioni riportate dall’azienda.

Onestamente temevo che il picramato potesse lasciarmi la pelle del viso macchiata e invece solo le zone in cui non ho rimosso prontamente l’henné ( sulle orecchie l’ho tenuto per tutta la posa) si sono tinte di rosso mattone. Niente che non potesse andar via sciacquando energicamente…

I sanitari non si sono macchiati e l’henné è andato via dai vestiti molto facilmente. L’asciugamano con cui ho tamponato i capelli si è colorato leggermente di arancio, così come la federa del  mio cuscino e questa situazione  continua a ripetersi a distanza di 3 settimane dalla tinta.

Nei primi giorni ho notato che l’asciugamani si tingeva anche quando mi lavavo il viso e finiva un po’ d’acqua all’attaccatura dei capelli.

Vi specifico questo perché magari ci sono persone sportive alla lettura che sudando in palestra potrebbero sentirsi molto a disagio. Non so, mi viene da pensare questo avendo avuto un’esperienza simile in passato con una tinta chimica. Immagino cosa possa succedere andando in piscina…scie arancio!

Veniamo alle note dolenti… il risciacquo.

Questo henné è davvero sabbioso come dicono!! Nel lavare il pappone mi sono ritrovata con tantissima sabbia nella vasca!!! L’henné si rimuove con difficoltà considerando la sabbia ma anche il fatto che l’acqua continuerà all’infinito a colorarsi d’arancio. Io sono abituata ad applicare il balsamo dopo l’henné nel momento in cui l’acqua di risciacquo diventa trasparente e in questa occasione ho avuto davvero difficoltà nel capire quando i miei capelli fossero puliti. Non sono abituata alle tinte chimiche, avendole fatte in passato al massimo una volta l’anno, quindi per me è molto strano “lasciare scie di colore” nella vasca e sui vari tessuti.

Dopo aver districato i capelli con il balsamo (non applico mai lo shampoo dopo l’henné per evitare di farlo scaricare subito) ho avvertito i capelli abbastanza puliti e secchi come al solito. Non so se questo possa essere attribuito al prodotto, ma mi sono riempita di doppie punte! I miei capelli (sottili in partenza, ma un po’ più spessi grazie all’uso costante di henné puro) ad oggi sono super fragili e si spezzano, anche di oltre 5 cm!

Non avete idea di quanto io sia disperata! Sono ricorsa a un drastico taglio dal parrucchiere…

Per quanto riguarda il colore, devo dire che l’henné Erbamea, a distanza di un mese e mezzo, ha virato al rosso mattone. Avevo letto su internet che dopo parecchi lavaggi il colore sarebbe diventato ramato, ma onestamente a me il tono non si è schiarito troppo.

Vi ricordo che parto da una ricrescita castano medio e da lunghezze tinte un anno fa chimicamente di rosso ed hennate con tono freddo: il colore, in generale, dei miei capelli si assesta su un rosso mattone con ricrescita scura.



Prima & Dopo!

Questa è la mia situazione di partenza: Henné Zarqa che mi ha dato riflessi sulla ricrescita e lunghezze rosso mattone

hennata-zarqa

*Mi sento male a vedere quanto erano lunghi i miei capelli T.T *

Henné Erbamea Mogano del 22 Febbraio:

DSCN4092

Ricrescita (22 Febbraio)

Si può notare lo stacco forte con le lunghezze: la ricrescita ha qualche riflesso mentre le lunghezze sono uniformi.

DSCN4106
luce naturale

*Scusate per questi scatti ma nessuno si degnava di farmi una foto e sono ricorsa a dei selfie pessimi…*

Dopo un mese e mezzo dall’ henné: 

Capelli liscini dopo il taglio “drastico” dal parrucchiere -> per me i tagli oltre i 2 cm sono drastici hahah

DSCN4380.JPG

In questa foto potete notare quanto sia scura la ricrescita e lo stacco evidente con le lunghezze hennate su base tinta di rosso circa 1 anno fa. A prima vista si direbbe che l’henné non abbia proprio tinto…

DSCN4381.JPG

*Il dramma di fotografare la ricrescita e la riga al centro*

In questa foto possiamo notare la mia fantastica ricrescita dopo 1 mese e mezzo senza hennare.

Ho provato a sottolineare lo stacco tra la mia ricrescita, quindi il mio colore naturale e la ricrescita n°2 hennata con Erbamea: penso si riesca a percepire la differenza tra castano e rosso mattone, anche se nella foto precedente a questa i riflessi rossi non si notavano per niente…



 Lo rifarei?

Domanda delle domande…

Ammetto di non essermi trovata tanto male con questo henné con picramato… mi aspettavo di peggio! Il colore non stinge eccessivamente durante i lavaggi (almeno a me) e non macchia troppo la federa o altri tessuti, i tempi di posa sono davvero ridotti, il costo è contenuto e la tonalità di rosso è DAVVERO bella per i miei gusti (punto a un rosso ciliegia)… però c’è un “MA”….

Ma i miei capelli sono un disastro!! Mai avuto punte così orribili e capelli così fragili! O meglio, quando avevo i capelli leggermente decolorati notavo questo, ma da quando ho iniziato a usare l’henné puro i miei capelli erano rinati! Sia chiaro, in passto amavo le meches bionde e ho portato uno shatush leggero per 2 anni, dopodiché tagli, 1 tinta chimica rossa e quasi sei mesi di henné puro. Quindi i miei capelli non erano eccessivamente disastrati in partenza! L’ henné puro non fa miracoli, per carità ma  vi assicuro che mi ha aiutato tantissimo a irrobustire il capello e a far crescere i capellini.

Non ho la certezza matematica che le doppie punte e la fragilità sia da imputare al picramato però sento davvero i capelli meno spessi!

Quindi: lo riprovo si o no?

Non posso escludere che in futuro potrei riacquistare questo henné, perché in fin dei conti non mi ci sono trovata malissimo… Magari potrei mischiarlo con qualche erbetta per rafforzare un po’ i capelli!

Per quanto riguarda il discorso picramato, io non ho avvertito fastidi di alcun tipo!



Henné con picramato per abbandonare le tinte chimiche?

Ho letto di ragazze che amano miscelare l’henné puro con quello picramoso perché avendo una base molto scura riescono ad ottenere in tempi rapidi il colore che amano. Nonostante non sia proprio una “veterana” di tinte chimiche, posso dire che l’henné con picramato della Erbamea lascia i capelli sicuramente meno aridi di una tinta, il colore è abbastanza soddisfacente su una base tendente comunque al chiaro e per questo motivo mi sentirei di consigliare l’henné puro e di avere tanta pazienza. Per avere dei bei capelli ci vuole tanto impegno e costanza!

Per la mia esperienza, l’henné puro comincia a stingere significativamente dopo circa 2 mesi, mentre con quello rinforzato dopo un mese e mezzo il colore è decisamente diverso da quello di partenza, quindi è richiesta una applicazione più frequente.

L’henné Erbamea non mi ha tinto la ricrescita come desideravo, quindi non lo trovo necessario nemmeno per chi “spera” di schiarire la base-> mi ha donato un semplice riflesso, nemmeno troppo visibile.

In definitiva mi sento di dare un 6 1/2 a questo prodotto giusto per la velocità nell’utilizzo e per la tonalità di rosso ciliegia FA-VO-LO-SA e immediata su base non troppo scura.

PRO:

  • E’ veloce da usare
  • E’ economico
  • Può essere acqusitato sfuso
  • E’ facile da reperire
  • Non macchia troppo ed è facile da rimuovere sui tessuti

 

  • Il colore tende al rosso freddo

CONTRO:

  • Scarica abbastanza, anche se a distanza di tempo dall’applicazione l’acqua di risciaquo si colore sempre meno di arancio ( a me l’henné puro scarica decisamente meno)
  • Sono necessarie applicazioni più frequenti in quanto il colore tende a stingere velocemente e a virare al rosso mattone, partendo da un rosso ciliegia
  • Contiene picramato, potenzialmente irritante
  • E’ difficilissimo da lavare: si sprecano ettolitri di acqua per mandare via i residui
  • E’ molto sabbioso

 

  • Crea doppie punte e indebolisce i capelli ( Non ho la certezza assoluta che questo sia imputabile al prodotto )


La recesione termina qui. Fatemi sapere se avete provato un henné di questo tipo e che cosa avete notato.

Grazie per essere passati. Alla prossima!

firma



Let’s Be Friends ❤

Se vi fa piacere seguitemi sui social per non perdervi nessun aggiornamento!

Instagram: @ilosinwanderlust.bio

Twitter: @ilosinwanderbio

Pagina FB: Ilosinwanderlust BioBlog