erbe tintorie · hennè · hennetica · la saponaria · tinta naturale

{Hennetica La Saponaria} L’henné copre i capelli bianchi? Esperimento con la tinta vegetale nocciola (Lakshmi)

Ciau a tutti e bentrovati sul mio blog!

Oggi vi parlo del nuovo esperimento capillifero fatto su mia madre : abbiamo provato insieme la nuovissima miscela di henné ed erbe tintorie de La Saponaria, presentata all’ultima edizione del SANA.

Per volere di scienza, la “poveretta” si è prestata come cavia per verificare se effettivamente le tinte della linea “Hennetica” siano in grado di coprire i bianchi con un solo passaggio, ovvero evitando una precedente hennata di sola lawsonia.

Per mammina ho scelto la colorazione nocciola (Lakshmi), che mi sembrava quella più vicina al colore delle lunghezze solitamente tinte con una tinta chimica n°8 (biondo chiaro).

Ho puntato direttamente a un color nocciola (e non al Sabbia) in quanto mamma desiderava una tonalità più castana e scura. Non avendo mai provato una tinta vegetale di questa tonalità prima d’ora, non me la sentivo di coprire i bianchi con una colorazione troppo chiara.

tinta-vegetale-lakshmi.jpg
Credits: La Saponaria

Parliamo innanzitutto di Hennetica, la nuovissima linea di tinte vegetali de La Saponaria.

L’azienda ha pensato a 7 meravigliose tinte, realizzate con mix di erbe tintorie coltivate in ambienti incontaminati in India da Phalada secondo i principi dell’agricoltura biologica e del commercio equosolidale.

Phalada riunisce numerosi piccoli agricoltori e garantisce a questi una fonte di reddito sicuro e di liberarsi dalla dipendenza dai prodotti chimici (fertilizzanti e pesticidi) che sono spesso molto costosi, il tutto seguendo un unico principio: mantenere un’etica che garantisca il rispetto sia dell’uomo che della natura. 

Le tinte non contengono Picramato di Sodio, Ammoniaca, sali metallici e nessun additivo chimico; sono 100% biologiche e non rovinano i capelli ma donano corpo, splendore e brillantezza alle chiome.Agiscono come dei riflessanti, per cui il risultato finale dipende dalla storia del capello, dal suo colore e struttura (per coprire totalemente i capelli grigi o bianchi è necessario un doppio passaggio di colorazione)- La Saponaria

Ogni colorazione è associata ad una Dea indiana che ben rappresenta le caratteristiche della tonalità considerata; in gamma troviamo:

21765319_1321269541328328_8278900762170126222_n.jpg
Credits: La Saponaria

🌿 DEVI: Tinta vegetale Sabbia sui toni de biondo a base di  Bhringraja e  Senna

🌿PARVATI: Tinta vegetale Rame sui toni del rosso ramato a base di polveri di Caffé, Indigo e Lawsonia

🌿 SHAKTI: Tinta vegetale Mogano sui toni del castano con riflessi di luce sul mogano a base di Senna, Indigo, Lawsonia e Caffé

🌿LAKSHMI: Tinta vegetale Nocciola che regala un tono di castano leggero, con miscelate dosi di Indigo, Caffè, Senna e Lawsonia

🌿DURGA: Tinta vegetale Melograno dal tono rosso intenso a base di Caffè, Lawsonia e Indigo

🌿INDRANI: Tinta vegetale Castagno che regala un tono castano intenso grazie alle polveri di  Caffé, Indigo, Senna e Lawsonia

🌿 RATRI: Tinta vegetale Castano Scuro che regala un tono castano-bruno grazie alla miscela di Indigo, Caffè, Bhringraja e Lawsonia

Come potete notare, le erbe tintorie presenti nei vari mix sono pressoché identiche, ma non dimentichiamoci che è la percentuale in cui sono presenti a determinare la tonalità finale della tinta.

 “E’ la dose che fa il veleno”  

In più, la linea Hennetica comprende 🌱AVATARA, uno shampoo pre-tinta purificante alla menta che prepara la cute e i capelli alla tinta.

21767955_1321269641328318_645747865639156753_n.png
Credits: La Saponaria

I prodotti de La Saponaria possono essere acquistati sul sito www.lasaponaria.it e presso i rivenditori autorizzati!

🌱SHAMPOO AVATARA: 6,80€ x 150 ml- Clicca qui per l’acquisto diretto sul sito La Saponaria e per avere altre info

🌿TINTE VEGETALI: 8,50€ X 100 g- Clicca qui per l’acquisto diretto sul sito La Saponaria e per avere altre info


Dopo aver visto la linea Hennetica nel suo complesso, passiamo finalmente alla “mia” esperienza con la colorazione nocciola- Lakshmi.

La Saponaria “Hennetica”- Tinta vegetale color Nocciola  (Lakshmi)

tinta-vegetale-lakshmi (1).jpg
Credits: La Saponaria
  • Prezzo: 8,50€
  • Quantità: 100 g
  • INCI: Coffea Robusta (Canephora) Seed Powder, Indigofera Tinctoria (Indigo) Leaf Powder, Lawsonia Inermis (Henna) Leaf Powder, Cassia Angustifolia (Senna) Leaf Powder da agricoltura biologica

Ho notato che l’inci riportato sullo scatolo (che vi ho scritto sopra) risulta diverso da quello presente sul sito: in quest’ultimo l’indigo è il primo ingrediente, mentre la polvere di caffè il secondo.

  • Principi attivi: Indigo, Caffé, Senna, Henné
  • Reperibilità: e-shop online di cosmetici naturali, bioprofumerie, sito ufficiale de La Saponaria (clicca qui per il link diretto a questa miscela)- facile da reperire
  • Provenienza: India

Le erbe tintorie che compongono questa tinta sono state coltivate in ambienti incontaminati dell’India secondo i principi dell’agricoltura biologica da Phalada, un’organizzazione di commercio equo solidale che riunisce numerosi piccoli produttori agricoli. I profitti generati vengono investiti in progetti sociali e di sviluppo e ai piccoli coltivatori viene garantita una fonte di reddito sicura e prezzi equi. Le erbe vengono importate da AltraQualità nel rispetto dei criteri del commercio equo e le tinte prodotte e confezionate in Italia da LaSaponaria.

Una filiera etica che garantisce il rispetto sia dell’uomo che della natura e prodotti buoni per chi li usa e per chi li produce.

Così si legge su uno dei lati della confezione.

  • Tonalità: Lakshmi-color nocciola

Questa è la tonalità che più di ogni altra regala dolcezza al viso e ammorbidisce i tratti. E’ un colore ispirato a Lakshmidea della bellezza, che incarna i valori della dolcezza e della femminilità.

  • Certificazioni: cosmetico biologico controllato e certificato da CCPB srl, Vegan, AltraQualità (socio di Equo Garantito)
  • PAO: 6 mesi
  • Scadenza: riportata sulla confezione (nel mio caso 01/2020 quindi circa 3 anni)

COME SI USA?

Indicazioni riportate sulla confezione

  1. PREPARA I CAPELLI: Lava bene i capelli con lo shampoo naturale pre-tinta LaSaponaria. Non usare shampoo che contengono siliconi o  altri ingredienti “filmanti” per non ridurre l’effetto della tinta.
  2. PREPARA LA TINTA: Indossa i guanti e in una ciotola mescola la polvere tintoria con acqua tiepida (circa 30 gradi). Aggiungi acqua fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea, non deve essere né troppo liquida né troppo densa per una perfetta applicazione. La quantità di polvere  da utilizzare è determinata dalla lunghezza dei tuoi capelli e deve essere necessaria per coprire tutta la zona da trattare.
  3. APPLICA LA TINTA: Applica la pasta così ottenuta, senza farla raffreddare, sui capelli umidi appena lavati separando i capelli a ciocche e partendo dalla radice verso le lunghezze. Raccogli i capelli e coprili con una pellicola e un asciugamano per mantenere il calore, lascia il tutto in posa dai 30 minuti alle 2 ore. Più tempo verrà lasciata in posa e meglio aderirà il colore e tenderà ad essere più scuro e coprente.
  4. RISCIACQUA E RISPLENDI! Dopo il periodo di posa lava i capelli con acqua tiepida senza usare shampoo o balsami. Puoi eventualmente fare un ultimo risciacquo con acqua fredda e un idrolato per fissare meglio il colore e chiudere le squame dei capelli.  Non utilizzare altri prodotti sui capelli per almeno 24 ore.

Riflessi naturali e un colore duraturo per capelli che risplendono di salute.

Questa tinta non contiene sostanze chimiche, per cui non è in grado di schiarire il tuo colore o garantire una tonalità di colore esatta. La tonalità finale ottenuta può variare in base al tuo colore di partenza, struttura dei capelli, trattamenti pregressi (es. tinte chimiche o permanenti) e alla modalità di applicazione (tempo di posa e temperatura). Prima di colorare un capello grigio o un capello biondo chiaro con una tonalità scura ti raccomandiamo sempre di eseguire una pre-colorazione intermedia con una tonalità chiara e subito dopo aver eseguito la pre-colorazione passare alla seconda colorazione.


La mia esperienza

Innanzitutto voglio parlarvi di come si presenta questa tinta vegetale. 

Lakshmi (La Saponaria le ha dato un nome, quindi perché non usarlo?!) è contenuta in una graziosa scatola in cartone color Tiffany (che raffinatezza!) piena di dettagli ed informazioni:

hennetica la saponaria nocciola.jpg

  • sul fronte troviamo una graziosa raffigurazione di una Dea indiana che ne ispira il nome, le varie certificazione e l’indicazione del colore con tanto di esempio, riferito, però, al risultato che si può ottenere sui bianchi;
  • sul retro troviamo una dettagliata spiegazione sulle modalità di utilizzo (che vi ho riportato nel paragrafo precedente),
  • mentre sul fondo troviamo alcune info sul PAO, sulla scadenza e sulle certificazioni.
  • Ai lati troviamo l’inci, alcune info sulla produzione delle erbe e sulla tonalità acquistata.

hennetica la saponaria.jpg

  • Aprendo la scatola troviamo poi le istruzioni in lingua inglese, spagnola e tedesca, riportate direttamente sull’interno del cartoncino

hennetica nocciola.jpg

Il mix di erbe tintorie è inserito in una bustina di carta bianca chiusa ermeticamente e rivestita con dell’allumino, che ne protegge l’integrità e sulla quale è riportata la scadenza, il numero di lotto, la grammatura e l’indicazione della tonalità nocciola.

La polvere è finissima e priva di impurità; ha un color marroncino freddo e un profumo di henné, smorzato dall’aroma inconfondibile del caffé.

Vi specifico che non ho mai provato la Senna né l’Indigo, quindi non saprei assolutamente distinguerli nel mix.


Il pappone

hennetica nocciola lakshmi la saponaria.jpg

Per coprire la ricrescita bianca di mia madre ho utilizzato metà della confezione (quindi 50 g) e mi sono attenuta alle indicazioni riportate sulla confezione.

Non ho fatto aggiunte di alcun tipo, sebbene sia “abbastanza esperta” di henné e riconosca che mia mamma ha dei capelli distrutti da decenni di tinte chimiche.

Il motivo di tutto ciò è che volevo testare al meglio Lakshmi e non volevo farmi influenzare dall’azione di altri ingredienti.

hennetica la saponaria (1).jpg

Quindi, ho versato 50 g di mix nocciola in una ciotola di plastica e ho aggiunto dell’acqua calda (ma non bollente!) fino a quando l’impasto non ha ottenuto la consistenza densa che desideravo. Devo ammettere che il pappone si impasta e si stende con estrema facilità ed ha una consistenza quasi gelatinosa, che permette alla tinta di aggrapparsi bene al capello durante la posa (dovrei sperimentare in estate se  cola…).

Dopo aver colorato la ricrescita bianca, ho avvolto la cabeza di mamma con la pellicola, per mantenere la tinta al caldo, e abbiamo atteso 2 h come riportato sulla confezione. Dopodiché, abbiamo risciacquato con abbondante acqua e districato i ricci con il balsamo.

L’acqua di risciacquo risulta di un color marroncino freddo e il pappone non è sabbioso ed è molto facile da lavare, se si presta attenzione a non farlo seccare all’aria e ad impacchettarlo bene.

Dopo il lavaggio, i capelli di mamma erano disciplinati (considerate che li ha ricci e crespi), non eccessivamente secchi (come in genere accade quando si fa la lawsonia pura) e non rilasciavano un odore forte di erbette.

Ricapitolando, non è stato necessario far ossidare il mix tintorio, non sono serviti tempi di posa eccessivamente lunghi e nemmeno l’applicazione sui capelli bagnati (consigliata sullo scatolo), visto che su mamma abbiamo fatto la tinta sui capelli asciutti e anche un po’ sporchi. 


A questo punto, quale sarà stato il risultato?

Una sola parola: STRABILIANTE!

Non ci aspettavamo che una tinta vegetale sarebbe stata in grado di colorare i bianchi di mamma con un solo passaggio!

Il nostro è stato un esperimento super riuscito!

Onestamente pensavo di dover rifare la tinta dopo poco e invece Lakshmi è riuscita con una sola applicazione a colorare di biondo dorato una base che nemmeno le tinte chimiche del parrucchiere (credetemi!!!) riuscivano a tingere.

In genere i parrucchieri a cui mamma si rivolgeva tendevano ad utilizzare dei biondi troppo chiari sulla ricrescita, che risultavano quasi dei riflessi dorati sul bianco e non riuscivano ad uniformarsi al colore delle lunghezze…

Il colore ottenuto sui bianchi, quindi, risulta molto più caldo e dorato rispetto a quello visibile sulla confezione o sul sito de La Saponaria, ma riesce comunque a “mimetizzarsi” con il colore delle lunghezze di mamma (un biondo n° 8).

I riflessi non sono giallo paglierino (cosa che mamma avrebbe detestato!) ma sono molto caldi e … biondi ! Anche sulle lunghezze bionde la tinta non ha fatto altro che riflessare di biondo. Mi risulta  un po’ difficile pensare che questo mix tinga di color nocciola, visto che la base di mamma è molto chiara e il colore scuro avrebbe dovuto notarsi…

Prestate molta attenzione a non far seccare il pappone e ad avvolgerlo bene con la pellicola, altrimenti non riuscirete a tingere in alcun modo i capelli! Mi riferisco in particolare alla zona delle tempie, che non sono riuscita a tingere al primo colpo.

Punto a favore di questa tinta è la sua resistenza: pensavo che con i lavaggi il colore sarebbe andato via, visto che la lawsonia che permette di “fissare” il colore delle altre erbe tintorie è agli ultimi posti nell’inci, invece, non solo non scarica per niente con gli shampoo, ma non stinge nemmeno sui tessuti!

A distanza di 3 settimane la ricrescita di mia madre è ancora di un bel biondo caldo! PERO’ ci tengo a specificare che il colore, sebbene non stinga in acqua, tende leggermente a schiarire sui capelli.

Vi ricordo che La Saponaria consiglia comunque di fare un doppio passaggio, ossia tingere prima con una tonalità più chiara e poi con una più scura, per coprire perfettamente i bianchi.

Ecco una foto della ricrescita di mamma dopo 3 settimane dall’applicazione di Lakshmi:

ricrescita bianca hennetica la saponaria nocciola lakshmi.jpg

{Hahaha lo so… i capelli ricci di mamma visti dall’alto sembrano una scarola }

Purtroppo la situazione sulla testa di mamma è un po’ disastrosa: ha i capelli davvero radi e le si vede parecchio la cute…

Nella seconda foto potete notare circa 1 cm di ricrescita bianca, sopra al centimetro di ricrescita tinta con hennetica 3 settimane fa.

Il colore della tinta risulta molto caldo, quasi tendente al rossiccio, con un leggero riflesso di biondo. Il colore ha stinto di mezzo tono rispetto alla prima applicazione.

Ed ecco il risultato della seconda hennata:

risultato sui bianchi la saponaria hennetica nocciola.jpg


Che cosa posso aggiungere?! Mia mamma è rimasta stupita da questa tinta vegetale e  desidera continuare ad usarla!

Considerando che si tratta di una tinta organica, la durata del colore, la facilità di utilizzo e il potere tintorio sono molto soddisfacenti!

Ama il colore che ha ottenuto, è felice che non stinga durante i lavaggi e sa che, grazie alle erbette contenute, con l’utilizzo continuo di questa tinta i suoi capelli potranno essere più forti. 

Insomma, ha trovato il prodotto adatto alle sue esigenze. Se avete i capelli più scuri (di un VERO color nocciola) vi consiglierei di puntare direttamente su una tonalità scura e di fare assolutamente doppio passaggio.

E un altro membro della famiglia è stato convertito all’organico!

(Mamma usa anche i miei shampoo/balsami/trucchi/creme )


Spero che questo articolo vi sia utile   Fatemi sapere cosa ne pensate della linea Hennetica e se c’è qualche colorazione che vi incuriosisce!

Grazie per essere passati. Alla prossima !

firma & Mamma Wanderlust 


Let’s Be Friends 

Seguimi su

Instagram: @ilosinwanderlust.bio

Twitter: @ilosinwanderbio

Pagina FB: Ilosinwanderlust BioBlog

per non perderti nessun aggiornamento!

Annunci

2 risposte a "{Hennetica La Saponaria} L’henné copre i capelli bianchi? Esperimento con la tinta vegetale nocciola (Lakshmi)"

  1. I ricci a “scarola” mi fanno schiattare dal ridere! hahahaha
    Comunque a me l’hennè piace molto, le erbe le mischio tutte insieme ed oggi sono l’unica cosa che non si lava via, giuro, anche le peggio tinte chimiche con me vanno via con lo shampoo, na roba indecorosa!
    Spero che in un futuro non troppo lontano si possa trovare il mix erboso perfetto per evitare di farmi esplodere la cervicale con pose bibliche 😦

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...